29imo Corso sul Diritto Internazionale dei Rifugiati

5 – 9 giugno 2023
 
Il programma sarà disponibile a breve
 

Il corso si svolgerà esclusivamente in italiano.

Descrizione

A partire dall’analisi del diritto internazionale dei rifugiati e la sua complementarità con altri ordinamenti e strumenti giuridici, il corso si pone l’obiettivo di analizzare le diverse fasi del ciclo di sfollamento e migrazione forzata. Prendendo in esame gli elementi chiave della protezione internazionale dei rifugiati, vengono quindi approfondite le cause dei movimenti migratori così come i diversi rischi presenti durante lo spostamento forzato. Utilizzando un approccio trasversale, vengono analizzate questioni attuali di rilievo, quali la protezione in mare, la determinazione dello statuto di rifugiato, la violenza di genere nonché la protezione delle persone sfollate interne e di quelle apolidi. Il corso è condotto in luce degli sviluppi generati dal Patto Globale sui Rifugiati e include sessioni dedicate alla ricerca e l’attuazione di soluzioni durevoli e sostenibili.

Obiettivi

  • Promuovere il diritto, i principi e le politiche relativi alla protezione internazionale dei rifugiati.
  • Sviluppare una comprensione condivisa fra i partecipanti su come la legislazione e le politiche in questione possano essere promosse ed implementate a livello nazionale da diverse controparti.
  • Sensibilizzare i partecipanti rispetto alle problematiche relative ai diritti umani delle persone rifugiate e alla necessità di soluzioni durevoli.
  • Migliorare le competenze dei partecipanti nello sviluppare e applicare politiche e standard conformi al diritto internazionale.
  • Incoraggiare un atteggiamento positivo tra i partecipanti verso la protezione dei rifugiati e delle popolazioni sradicate.

Modalità di iscrizioni, opportunità di borse di studio e certificato ufficiale

I candidati sono invitati ad iscriversi al corso entro il 5 maggio 2023.

È disponibile un limitato numero di borse di studio, le quali vengono assegnate attraverso un processo di selezione. Il numero di borse di studio disponibili per il corso varia in base ai fondi a disposizione dell’Istituto, grazie al gentile contributo dei nostri donatori. La richiesta di borsa di studio deve essere quindi specificata nell’apposito campo del modulo di iscrizione.

Si prega di notare che il certificato ufficiale di completamento del corso verrà rilasciato solamente a coloro i quali frequenteranno il corso per intero.

Partecipanti

Il corso si rivolge principalmente a funzionari di governo coinvolti nella formulazione e applicazione delle norme e delle politiche riguardanti le persone rifugiate e la loro protezione, così come a membri di commissioni territoriali. Membri della società civile e del mondo accademico che possono contribuire alla salvaguardia dei diritti dei rifugiati e sostenere la protezione delle persone sfollate o apolidi sono egualmente ammessi come partecipanti. Il corso è inoltre aperto a rappresentati del settore privato che intendono acquisire nozioni fondamentali in merito all’inclusione e integrazione di persone rifugiate e richiedenti asilo.

È necessario che i partecipanti abbiano un’ottima conoscenza della lingua del corso in modo da poter facilmente consultare le risorse di base, seguire le lezioni, a partecipare ai lavori di gruppo e alle discussioni (non è prevista la traduzione simultanea).

Struttura e metodologia

Il corso si svolge durante cinque giornate. Ogni giornata è strutturata in lezioni frontali seguite da lavori di gruppo con l’obiettivo di fornire un’analisi approfondita di ogni argomento trattato durante le varie sessioni, tematiche trasversali comprese.

Il corso è caratterizzato da una metodologia che combina aspetti pratici che teorici, la quale favorisce una didattica partecipativa e creativa, volta a facilitare il processo di apprendimento ed a mettere in pratica le conoscenze acquisite durante la formazione. Le sessioni comprendono lezioni, presentazioni, casi di studio, lavori di gruppo, e ulteriori attività adattate ad un pubblico eterogeneo. Durante il corso, partecipanti e relatori sono inoltre invitati a condividere buone pratiche ed esperienze personali inerenti agli argomenti trattati.

Il personale didattico è principalmente composto da esperti internazionali nel campo della protezione dei rifugiati.

Informazioni amministrative

La quota di iscrizione ammonta a 1.200 euro e deve essere versata prima dell’inizio del corso tramite bonifico bancario. Sul sito web dell’Istituto sono accettate anche le carte di credito Visa e/o Mastercard.

Per ulteriori informazioni inerenti all’iscrizione al corso e per questioni amministrative rivolgersi a: admission.unit@iihl.org.